You Are Here: Home » Storia della Provincia del SS. Cuore di Gesù

Storia della Provincia del SS. Cuore di Gesù

banner_mappa

Il 14 luglio 1942 Papa Pio XII, con “Litterae Apostolicae motu proprio datae de Ordine Minorum in Campania ad tres Provincias redigendo”, disponeva che le sei Provincie Minoritiche  della Campania, e cioè la Provincia di S. Giacomo della Marca, di S. Pietro ad Aram, di S. Giovan Giuseppe della Croce, di S. Maria degli Angeli, di S. Maria di Materdomini e di S. Maria delle Grazie, si riducessero a tre. Sorsero, così, la Provincia Napoletana del SS. Cuore di Gesù, quella Sannito – Irpina di S. Maria delle Grazie, quella Salernitano – Lucana dell’Immacolata Concezione.

Tale decisione si ispirava a quanto già era stato decretato dal Leone XIII con la bolla “Felicitate Quadam” del 1897, per la fusione delle famiglie francescane degli Osservanti, dei Riformati, degli Alcantarini e dei Recolletti nell’unico Ordine dei Frati Minori.

La nuova configurazione delle Province della Campania comportò la Visita Apostolica e il passaggio dalla Provincia Napoletana del SS Cuore di Gesù alle Province Sannito-Irpina e Salernitano-Lucana dei conventi di Massalubrense, Arpaia, Airola, Faicchio, Guardiasanframondi, , Piedimonte Matese, Avella, Taurano.

Passarono alla Provincia Napoletana i conventi di Castellammare di Stabia e di Minturno. Inoltre la Santa Sede decretò che i frati della Provincia Napoletana, nativi delle zone di Benevento e di Avellino, e con età inferiore ai trentacinque anni, passassero alla Provincia di S. Maria delle Grazie. Dopo alcuni anni furono autorizzati a ritornare alla Provincia di Napoli.

Il 2 agosto 1942 P. Serafino Serafini, Superiore del Monastero di Santa Chiara, casa dipendente allora dal Ministro Generale, fu nominato, dalla Congregazione del Santo Offizio, Visitatore Apostolico delle tre Province Campane. Il 7 dicembre 1942, su proposta del Visitatore Apostolico, il Santo Offizio nominò P. Anastasio Curzola, della Provincia del SS. Redentore di Bologna, Commissario Provinciale della Provincia Napoletana.

Nel 1945 fu nominato Visitatore Apostolico delle tre Province Campane P. Pacifico Perantoni, Procuratore Generale dell’Ordine. Il 27 Luglio 1945 fu chiesto al Santo Offizio l’introduzione del governo ordinario nella Provincia.

Dietro disposizione della Santa Sede il 18 agosto 1945, il Definitorio Generale nominava il governo della Provincia del SS. Cuore di Gesù nella persona di P. Giacomo Iovine, Commissario Provinciale, e come Consiglieri Provinciali P. Gabriele Vuolo, P. Egidio Savio, P. Giammaria Travaglino e P. Rocco Biscione.

Il 20 gennaio 1948 a P. Giacomo Iovine successe P. Teodosio Muriaudo della Provincia Piemontese. Egli resse la Provincia prima come Commissario Provinciale, e poi, avendo il Santo Offizio posto termine alla Visita Apostolica, come Ministro Provinciale, con il ritorno della Provincia alla normalità governativa.

Nel 1956 fu eletto Ministro Provinciale P. Vincenzo Gervasi, primo figlio della Provincia eletto a tale ufficio dopo la fusione. Durante il suo provincialato avvenne l’inaugurazione del nuovo Chiericato di Santa Lucia al Monte, in data 15 dicembre 1957, alla quale intervenne il Ministro Generale dell’Ordine P. Agostino Sépinski.

Nel Capitolo Provinciale del 1962 fu eletto Ministro Provinciale P. Emanuele Lombardi. Durante il suo provincialato furono celebrati quattro Capitoli Provinciali negli anni 1965, 1968, 1971 e 1974.

Nel Capitolo Provinciale del 1974 fu eletto Ministro Provinciale P. Giancrisostomo Gaudino. Il suo provincialato fu funestato dal terremoto del 23 novembre 1980, che provocò danni ingenti in Campania ed in Basilicata. La Provincia monastica dispose di destinare alcuni conventi all’accoglienza di terremotati.

La prematura morte di P. Giancrisostomo Gaudino, avvenuta in data 29 dicembre 1982, vide succedere, all’ufficio di Ministro Provinciale, P. Adolfo Pagano.

Dopo di lui sono stati eletti, nell’ordine, P. Rufino Di Somma nel 1992, P. Elia Palmieri nel 1998, P. Luigi Ortaglio nel 1999 e P. Agostino Esposito nel 2007.

 

Ministri Provinciali dal 1942 ad oggi:

© 2014 InformaticaTeam

Scroll to top